Biografia e ricordo di Rino

Andare in basso

Biografia e ricordo di Rino

Messaggio  amorino63 il Lun Mag 19, 2008 9:16 pm

A RINO..."sognare la realtà vivere un sogno, cantare per non vivere niente"


Salvatore Antonio Gaetano (detto Rino), nasce a Crotone nel 1950.


Badarono alla sua infanzia i nonni paterni perchè i genitori dovevano lavorare sodo anche se non gli fecero mancare il dovuto affetto.


Nel 1960, circa cinque milioni di persone partirono dalle regioni del sud per trasferirsi al nord in cerca di fortuna. La famiglia Gaetano emigrò a Roma dove Rino frequentò il seminario a causa dell'indigenza della sua famiglia.


Anche se era un buono non era comunque votato alla vita ecclesiastica e fu anche escluso dal coro della chiesa perchè stonato. (Chissà che penseranno ora di lui!).


Successivamente frequentò l'istituto per geometri, ma si fermò al terzo anno.


Scriveva molto, componeva strani poemi ricalcando (ironicamente), le opere di Dante, Manzoni e altri, che poi avrebbe musicato con la sua chitarra eco che gli era stata regalata.


Intorno al 1967 si dedicò al teatro, gli si aprirono così le porte di Beckett, Majakoskij e Ionesco.


Nel 1968 cominciò a frequentare il Folkstudio di Roma, dove conobbe due giovani artisti che segnarono la storia della musica italiana: Antonello Venditti e Francesco De Gregori ai quali restò molto legato.


Diciamo che questo è il punto di partenza per il "successo" dell'artista, anche se di vero successo si può parlare solo con la canzone "Gianna, Gianna" cantata a Sanremo nel 1978.


Potrei proseguire ancora con la sua vita o elencando la sua discografia, ma ho preferito scrivere solo delle sue umili, modeste e mai rinnegate origini che possiamo trovare in diverse canzoni come "Ad esempio a me piace... il sud", "Agapito Malteni il ferroviere", "La zappa, il tridente, il rastrello la forca l'aratro il falcetto il crivello la vanga".


Il successo di Rino Gaetano, purtroppo, dura poco. La sua vita si interrompe bruscamente la notte del 2 Giugno 1981 in un incidente d'auto a Roma. (Dopo che diversi ospedali di Roma gli avevano rifiutato il soccorso per mancanza di posto).


Così ha scritto di lui il noto giornalista Vincenzo Mollica:



Rino Gaetano aveva il cuore libero e la mente che viveva di fantasia, conosceva la vita e sapeva raccontarla, i sentimenti erano il suo pane, l'amicizia e l'amore il suo credo, questo è almeno quello che ho capito nei pochi incontri che ho avuto con lui. Le sue canzoni non sono mai diventate dei reperti, per il semplice fatto che sono vive, sembra siano state scritte ieri, attingendo da quel pozzo senza fine fine fatto di passione e libertà. Rino Gaetano era un cantautore che aveva un senso dello spettacolo molto originale, che rifletteva uno stile altrettanto originale; era un battitore libero che non conosceva steccati e confini, nel mondo della canzone giocava sempre fuori schema, fuori dalle convenzioni che andavano tanto di moda, fuori dai conformismi che appiattivano le coscienze. Artisticamente le sue canzoni sono da considerare tra le migliori scritte nel dopoguerra, i suoi testi in particolare si coloravano di gustosi giochi letterari. C'era qualcosa di donchisciottesco negli occhi e nel canto di Rino, che aveva un'anima grande come il cielo, su cui non è mai sceso il buio.


Ho voluto ricordare Rino Gaetano perchè ascoltando le sue canzoni, nonostante il suo ultimo successo risalga al 1980, mi sono resa conto che i suoi testi rimangono comunque incredibilmente attuali. Lo ricorderò sempre come un simpatico zio, burlone, che sa raccontarci la verità senza ipocrisia con un innato senso dell'allegoria. Quello che mi chiedo è che se Rino fosse arrivato fino ai giorni nostri, cosa avrebbe scritto della precarietà di oggi e dell'incertezza del futuro? A cui ormai sembra ci stiamo abituando...!


Dedico questo post a quelli che come me conoscono, apprezzano e amano Rino Gaetano, e a tutte le persone che non lo conoscono, sperando di avervi stimolato alla sua conoscenza. (Che non sia solo "Gianna, Gianna"!)
avatar
amorino63

Messaggi : 172
Data d'iscrizione : 14.05.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Biografia e ricordo di Rino

Messaggio  amorino63 il Mer Mag 21, 2008 12:38 am

Rino Gaetano è nato alle 04,30 del 29 ottobre 1950.

Doveva essere una giornata speciale quel 29 ottobre, con tanto sole e tanta luce.
Non poteva non esserci il sole nella giornata in cui è venuto al mondo Rino Gaetano.
Un precursore dei tempi, un cantante ribelle.
Quello che noi dei meetup di Beppe Grillo, cerchiamo di cambiare e chiedemo con forza oggi, lui lo aveva denunciato e già chiesto, nelle sue canzoni, oltre 30 anni fa.
Ma Rino non c'è più, ormai da oltre 26 anni, Rino non è insieme con me, anche se è con me.


Sarebbero tante le cose da dirtTi ma mi basta per ora augurarti buon compleanno, auguri per i tuoi 57 anni: chissà che torta ti faranno oggi gli Angeli!
P.s.: Lo conservo gelosamente ormai da oltre 16 anni, ogni volta che lo prendo in mano sono folate di brividi!; all'epoca, maggio 1991, Crotone era ancora sotto la provincia di Catanzaro e l'anagrafe del Comune di Crotone era in Piazza Pitagora vicino l'attuale sede del Quotidiano della Calabria; stamane, in questa ricorrenza, voglio condividerlo con voi, sto parlando di un estratto di nascita di Rino...


avatar
amorino63

Messaggi : 172
Data d'iscrizione : 14.05.08

Visualizza il profilo

Torna in alto Andare in basso

Re: Biografia e ricordo di Rino

Messaggio  Libero il Sab Giu 14, 2008 7:18 am

Dora, grazie per queste parole e per questo stupendo ed emozionante ricordo...Libero
avatar
Libero

Messaggi : 45
Data d'iscrizione : 13.06.08
Età : 28
Località : Pisa

Visualizza il profilo http://www.myspace.com/377049860

Torna in alto Andare in basso

Re: Biografia e ricordo di Rino

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum